Aria, dati Arpal: nella Città metropolitana di Genova inquinanti nei limiti

Nessuno sforamento nelle concentrazioni a Genova e sul territorio metropolitano. Dal 1^ luglio la rete di monitoraggio dell’aria è passata dalla Città metropolitana all’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. 

target="_blank" href="http://i2.wp.com/notizie.cittametropolitana.genova.it/wp-content/uploads/2015/11/cielo_poco_nuvoloso_genova-1.jpg">Clima incerto, ma con aria pulita. Fino alla mezzanotte scorsa infatti, le centraline di Arpal che controllano la qualità dell’aria nel capoluogo e nel resto del territorio metropolitano hanno misurato valori ampiamente nei limiti per l’ozono, il monossido di carbonio, il biossido d’azoto, il diossido di zolfo e le polveri sottili.

Il Centro Meteo Arpal prevede condizioni sfavorevoli al ristagno degli inquinanti.

Dallo scorso 1^ luglio il sistema di rilevamento dell’inquinamento atmosferico (strumentazione e personale) è stato trasferito dalla Città metropolitana ad Arpal, l’agenzia regionale per la protezione dell’ambiente in Liguria, ma fino domenica 16 luglio anche la Città metropolitana continuerà a pubblicare i dati insieme all’Arpal.

Correlati

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…