Sturla stecca la prima ai playoff. Arenzano vince ai rigori

Il fine settimana ha portato con sé il primo turno dei playoff per la promozione in Serie A2 con il doppio confronto fra Genova/Arenzano – Como. In vasca le due regine

del Girone 1 ovvero Sportiva Sturla e Rari Nantes Arenzano. La squadra di Falcone ha concluso la regular season in testa dopo un campionato condotto sempre in vetta, mentre la Rari Nantes Arenzano ha recuperato nel finale di campionato aggiudicandosi entrambi gli scontri diretti. Cosa aspettarsi quindi dai playoff? Solo la vasca lo può dire.

E allora tutto si ribalta con Arenzano che gioisce mentre Sturla recrimina con una vittoria e un ko nel doppio confronto con le compagini comasche. Per gli sturlini arriva una sconfitta inaspettata nella propria vasca. Nei primi due tempi la partita resta in equilibrio, ma Sturla denota una mancanza di brillantezza e freschezza che invece galvanizza i comaschi che riescono a mettere la testa avanti alla pausa lunga 2-3.

Al rientro invece della reazione dei biancoverdi arriva la mazzata dell’espulsione del portiere Ghiara che non ha un sostituto di ruolo. Como ne approfitta e piazza un gap incolmabile fino al 9-12 finale che condanna Sturla ad andare in Lombardia con il dovere di dare tutto per giocarsi il passaggio del turno in casa.

Tutt’altra storia quella di Arenzano che vince contro la Pallanuoto Como a domicilio al termine di una gara che definire combattuta è poco. Contro i favoriti padroni di casa Arenzano sfoderano una prestazione anche migliore di quella vista nell’ultimo mese. La gara parte con Como avanti 2-0, ma recuperato dalle reti di Siri II e Piccardo. Nel secondo periodo Arenzano trova la rete del vantaggio con Delvecchio.

Al cambio campo la difesa ligure si chiude molto bene, concedendo poco o nulla ai lariani, e alla prima occasione trova il gol del 2-4 con Siri I. Poi un po’ di stanchezza e di nervosismo tradiscono gli arenzanesi che perdono Piccardo, espulso per proteste e consentono ai padroni di casa di rientrare in gara con le reti decisive nell’ultimo quarto di Calarco e Zovko che fissano il punteggio sul 4-4. Un risultato che non cambia e “condanna” le squadre ai rigori. I comaschi sbagliano con Dato, ma segnano con Zovko, mentre Arenzano  che aveva segnato con Manzone vedono sbagliare il giovane Bruzzone. Seguono le reti di Tedeschi, Benedetti, Calarco, Siri II, Susak e Robello. Si riprende il giro con Dato che stavolta non sbaglia, Manzone replica, ma Zovko sbaglia. Così Bruzzone, 19 anni e una pressione importante sulle spalle, stavolta fulmina il portiere avversario fissando il risultato sul 9-10 che manda in visibilio i biancoverdi.

Mercoledì si torna in vasca con Arenzano che aspetta la visita dei comaschi, mentre Sturla si gioca  le proprie carte in trasferta. In caso di gara 3 si tornerà in vasca il 24 giugno.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…