Attività produttive e commerciali, le ricette ApertaMente Arenzano

Arenzano. Due i macro-filoni del programma di ApertaMente Arenzano per le attività produttive e commerciali: il primo riguarda l’agroalimentare, protagonista in questi ultimi anni di una progressiva rinascita, da osservare con

interesse; il secondo consiste, invece, nello stimolo al commercio, soprattutto con strumenti di qualità al servizio delle imprese, siano esse “storiche” o di recente costituzione, ma anche per le giovanissime startup innovative.

“Oltre agli ambiti tradizionali guardiamo con attenzione ai settori in espansione. Continueremo a lavorare per la diffusione dei prodotti locali, sia incrementando la promozione dell’esistente, quindi il mercato agricolo a chilometro zero e l’uso delle nostre materie prime nella ristorazione, sia introducendo nuovi canali commerciali, come il mercato del pesce nostrano che presto sarà aperto in porto, o lo stimolo all’allevamento coniugato alla ricettività turistica – dichiara il candidato sindaco Daniela Tedeschi -. Ma produzione alimentare significa anche ricerca: per questo avvieremo un lavoro coordinato con l’Università e gli istituti agrari per il recupero di antiche colture, la creazione di marchi DOP e lo sviluppo innovativo delle attività rurali. Quello che sta succedendo con l’agricoltura ad Arenzano è davvero interessante: sono nate nuove aziende e altre hanno avuto un rilancio piuttosto consistente, ora ci sarebbe anche spazio per la nascita di nuovi agriturismi. Insomma: siamo arrivati al punto che servano più appezzamenti coltivabili. Per questo vogliamo favorire il rapporto fra proprietari terrieri e coltivatori diretti, sulla scia del grande progetto “Banca della Terra” adottato nella nostra e in altre regioni”.

“Il commercio arenzanese registra un bilancio tutto sommato positivo, grazie anche al traino dell’economia turistico-balneare; ciò non significa che si possa abbassare la guardia, soprattutto in una fase di crisi perdurante come quella che stiamo attraversando. Sicuramente possiamo offrire ulteriori strumenti: il primo in ordine di priorità è lo sportello gratuito per gli esercenti e i pubblici esercizi, uno strumento attraverso il quale potremo prestare servizi di orientamento per l’avvio di nuove realtà e il consolidamento di quelle esistenti – puntualizza Daniela Tedeschi -. In questo senso vogliamo portare a compimento l’attuazione della legge Milia, di cui abbiamo già recepito il Piano del Commercio, in modo da organizzare una “rete di sicurezza” per le imprese locali”.

Avere cura dell’economia locale è la via d’accesso alla creazione di nuovo lavoro, sia nei settori tradizionali sia in quelli di “nuova tradizione”, come l’impresa creativa e tecnologica, o ancora quelli che stanno vivendo una nuova stagione ricca di stimoli. “Da sottolineare: su tutti questi fronti potremo continuare a misurarci con la partita dei fondi europei. L’esperienza e i risultati conseguiti in questo ciclo amministrativo, infatti, torneranno sicuramente utili nel prossimo, considerato che il Comune di Arenzano si è dimostrato soggetto accreditato nella proposta progettuale e affidabile a livello esecutivo”.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…