Sottocollese sempre più vicina alla vittoria. L’Avosso non molla

Tutto invariato alla testa  della Terza categoria genovese con la Sottocollese che non prende sottogamba l’impegno con il Cep, vince e mantiene 4 punti di vantaggio sull’Avosso secondo.

I grigioverdi iniziano

a spron battuto e indirizzano subito l’andamento della gara andando in vantaggio con una gran botta al volo di Rimassa su cross di Campanella al 9° e raddoppiando due minuti dopo con un gol da rapace d’area di Pagliano che anticipa tutti sulla respinta corta del portiere locale Pittaluga.

Il Cep rischia il tracollo verso la mezzora, ma viene salvato per due volte da Pittaluga che sventa ancora su Pagliano e poi su una bella conclusione di Migliardo. Al 39° riapre la partita Pedemonte  scattato sul filo del fuorigioco, che accorcia il parziale con cui le squadre vanno al riposo.

Nella ripresa gli ospiti entrano in campo con il giusto piglio, controllano bene il gioco, evitano rischi particolari ed al 78° chiudono i conti con Poggi che interviene sul secondo palo sul corner di Casu. 1-3 e Cep che non torna più in partita.

Applausi a scena aperta per il Savignone che contro l’Avosso sfodera probabilmente la migliore prestazione dell’anno. I valligiani vengono sconfitti, ma un 2-3 deciso da un calcio di rigore è davvero un grande risultato per una squadra con 82 reti al passivo in 18 partite. L’Avosso arriva invece a Savignone un po’ troppo sicuro di avere già i tre punti in tasca e rischia di dire addio ai sogni di primato fino al tiro dagli 11 metri di Lungaro.

Va detto che i gialloblù arrivano incerottati alla sfida col fanalino di coda, questo comunque non giustifica un tono troppo basso, visto anche che all’andata finì 9-1 per l’Avosso. Il x comunque arriva già al 12° con una bordata di Armienti che rompe gli indugi e infila la palla sotto il sette per lo 0-1 momentaneo. Passa un minuto e il Savignone pareggia: De Feo vince un contrasto e da posizione defilata scocca una saetta imprendibile per Giuli.

L’Avosso sorpreso dalla determinata reazione dei locali, ci riprova al 18° con un colpo di testa di Persiani su calcio di punizione: palla fuori di poco. Due minuti dopo accade l’imponderabile per i tifosi dell’Avosso: Brindasso viene steso in area proprio da Persiani. Dal dischetto va Santini che non sbaglia e firma il vantaggio del Savignone.  Il primo tempo poi scorre con l’Avosso che cinge d’assedio la metà campo avversaria e reclama per una vistosa trattenuta su Lungaro, ma soprattutto per il gol regolare di di Villa annullato dall’arbitro per un fuorigioco che non può esistere in quanto arriva su una ribattuta del portiere.

Il pari arriva nel recupero con Iurili che riceve palla sugli sviluppi di un calcio di punizione e da posizione ravvicinata piazza la rete del 2-2. La ripresa si apre con il vantaggio (definitivo) dell’Avosso che arriva su rigore. Dal dischetto non sbaglia Lungaro. Il Savignone si chiude a riccio e non riesce più ad uscire dalla propria metà campo. Anzi l’Avosso avrebbe certamente meritato un paio di reti in più, ma il portiere Morando sventa almeno tre nette palle gol, e Persiani prima e Armienti poi colpiscono due pali.

Il Zena mette un piede nei playoff grazie alla vittoria di misura  nello scontro diretto contro il Davagna che invece ad oggi sarebbe fuori dagli spareggi promozione. I padroni di casa si impongono grazie ad un primo tempo tambureggiante che ha messo in evidenza i limiti degli avversari molto in difficoltà sotto pressione. La prima netta occasione è di Priano, la cui conclusione trova il palo a dire no. Al 35° Monticone, però ha miglior fortuna e porta in vantaggio i suoi. Passano 5’ anche Tito trova fortuna in avanti per il 2-0 che mette in discesa le cose per i biancorossi.

Nel secondo tempo il Davagna prova a cambiare marcia, al 62° Ilariucci riapre la gara. La rete ridesta i locali che alzano il baricentro e provano a colpire in contropiede. Al 66° Monticone gira in porta, ma è ancora il palo a dire di no al Zena. Non cambia comunque il risultato che consente ai biancorossi di casa di rimanere al terzo posto tenendo a distanza di sicurezza le inseguitrici.

La Casellese ci crede e con la vittoria nel derby-spareggio contro il Montoggio estromette virtualmente proprio i biancoblù dalla corsa ai playoff. Decide una partita non bella, molto combattuta soprattutto in mezzo al campo, un gol di Brusa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nel primo tempo i padroni di casa avevano anche fallito un rigore con Repetto che aveva calciato malissimo spedendo la palla altissima.

Insieme alla Casellese a quota 30 punti (puntando a mantenere almeno le 6 lunghezze dall’Avosso secondo) c’è il San Martino, che rifila un tennistico 6-3 al Libraccio. Partita ricca di gol quindi che comincia con un quarto d’ora di botta e risposta fra le due squadre. Apre le danze quello che sarà il protagonista di giornata, Pietranera che dopo appena 3’ firma l’1-0. All’11° Ghigo raddoppia e per il San Martino pare una passeggiata.

Ma Vallarino al 13° risponde e riapre i giochi. Ci pensa ancora Pietranera che con altre due reti manda il San Martino sul 4-1 al 43°. Barbieri un minuto dopo allunga ancora e sostanzialmente chiude i conti per il 5-1 con cui le squadre vanno al riposo. Nel secondo tempo il Libraccio entra con un altro piglio e dopo dieci minuti fa 5-2 con Graffione. Al 75° Viscardi poi sembra poter riaprire i giochi con la rete del 5-3, ma Zanardi all’85° firma il gol del definitivo 6-3. Libraccio che paga un quarto d’ora di follia in una partita complessivamente giocata meglio di quanto il tabellino non dica. San Martino in piena corsa playoff.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…