Arenzano fa lo sgambetto a Sturla e riapre i giochi

Colpo grosso della Rari Nantes Arenzano in Serie B maschile di pallanuoto. La squadra di De Grado ha infatti sconfitto la capolista, e finora imbattuta, Sportiva Sturla per 13-12 al termine

di una gara davvero intensa. Una giornata, la 9^ di andata che rilancia la Liguria in vetta alla classifica con ben 5 squadre nei primi 6 posti.

Solo Torino resta in una situazione di classifica che ora è tornata più compatta e si può dividere in due spezzoni con Rapallo a chiudere la parte alta con 15 punti grazie alla vittoria nello scontro diretto con l’Acquasport Firenze che resta ferma a 9, prima del gruppetto delle ultime. Ma andiamo con ordine.

La 9^ giornata come detto ha portato a risultati interessanti per tutte le genovesi. Non ce ne vorranno i biancoverdi di Sturla che hanno dominato un campionato che finora non aveva avuto storia (e per il quale la squadra di Falcone resta nettamente favorita), ma naturalmente la sconfitta della capolista rende più interessante la lotta alle sue spalle.

Gli sturlini conservano 3 punti proprio su Arenzano salito a quota 21. La gara è serrata e ricca di emozioni. Arenzano si aggiudica i primi due quarti mettendo da parte 3 reti di vantaggio riuscendo ad approfittare di un inizio un po’ spaesato e sottotono degli sturlini che non trovano la porta di Damonte con la solita facilità, mentre la difesa concede troppo spazio agli attacchi arenzanesi.

Al cambio campo Arenzano è avanti 7-4, ma Sturla fornisce una prestazone superba e con un parziale da ko, 3-6, ribalta il risultato andando in vantaggio pere la prima volta nella gara. Si arriva all’ultima frazione, tiratissima con il botta e risposta fra Bruzzone e Ferrari che mantiene il gol di distacco sull’11-12. I padroni di casa sfoggiano una freddezza encomiabile nel finale andando a pareggiare su rigore, per poi trovare una gran conclusione di Manzone a 30” dalla fine che regala tre punti ai suoi. Per Sturla rammarico per una gara giocata sull’ottovolante, troppi black out per una squadra che ambisce al salto di qualità. Il passaggio a vuoto può comunque essere utile per tenere alta la guardia dei biancoverdi.

Torna a vincere Sestri e lo fa contro una gran squadra come la Dinamica Torino al termine di una gara dura e spigolosa. I genovesi e i torinesi appaiano quindi al terzo posto il Lerici, vittorioso con l’Etruria Nuoto. Primi due quarti speculari delle squadre, con i torinesi avanti 1-2 nel primo e i biancoverdi che recuperano nel secondo. Decisivo il rientro in vasca con Sestri che sfodera un cambio d’atteggiamento che manda in tilt la compagine piemontese, la quale deve ricorrere al fallo sistematico. Il risultato è un rigore e ben 7 espulsione a carico dei torinesi che vengono travolti dal 5-1 che si rivelerà decisiv. Nell’ultimo quarto, però Sestri, forse stanco, forse troppo sicuro di avere già vinto sull’8-4 viene messo alle corde fino all’8-7 che, però la squadra di Zonari riesce a conservare fino alla fine, non senza patemi.

Era una gara fondamentale per Rapallo quella di Firenze. Una gara che avrebbe detto se i ruentini avrebbero potuto continuare ad ambire a un posto nella parte alta della classifica, o si sarebbero dovuti limitare a conservare una posizione intermedia e sicura. Ha prevalso la prima opzione che è emersa soprattutto nella parte finale di gara.

I fiorentini infatti giocano meglio all’inizio, costruendo un vantaggio di due reti al cambio campo sul 6-4. Il gap viene parzialmente ricucito già nel terzo quarto con l’1-3 che riavvicina i gialloblù a -1. Nell’ultima frazione poi è decisivo l’1-2 che consente ai rapallesi di portarsi per la prima volta in vantaggio, e di mantenerlo fino alla fine. Per Rapallo quindi una vittoria di misura e di cuore che rilancia le ambizioni di Criscuolo e compagni.

Si può far festa anche ad Albaro finalmente. Non arrivano 3 punti, ne arriva solo uno, ma comunque è un punto che muove una classifica rimasta ferma per ben otto turni. Contro Firenze la partita era da non sbagliare e in effetti così è stato. Forse ancora un po’ troppo timore peruna squadra giovanissima, ma comunque in crescendo. I nerviesi vanno avanti nel primo quarto, attaccando, ma vengono raggiunti due volte fino al 3-2. Poi al rientro in acqua arriva subito il 4-2, ma Firenze replica e ribalta tutto con un terrificante 0-4 che fa temere il peggio.

Al cambio campo i giocatori nerviesi rientrano vogliosi e ricuciono lo strappo, arrivando sul 6-6 all’ultimo quarto. Ancora una volta, però i fiorentini trovano un mini break di 0-2 che sembra decisivo, ma Albaro trova le forze per rimontare sull’8-8. Ma ancora Firenze va avanti fino al pareggio dei genovesi 9-9 che non cambia più e porta alla causa nerviese il primo punto dell’anno.

La classifica come detto si è spezzata in due tronconi, con Sturla a guidare a quota 24, seguita da Arenzano a 21 e Sestri a 18. Rapallo è più dietro a 15 (+6 sugli inseguitori), mentre Albaro è sempre ultima, ma riduce la distanza dall’Etruria.

Nel prossimo turno si riparte con il girone di ritorno. Derby  doppio quindi con Sturla – Rapallo e Arenzano – Sestri, mentre Albaro ospita l’ostica Dinamica Torino.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…