Paterno rilancia il Golfo Paradiso all’assalto della vetta

La 21^ giornata di Prima categoria girone C, potrebbe mettere in scena un nuovo ribaltone ai vertici della classifica. La vittoria, faticosa, del Golfo Paradiso ed il pareggio esterno della Sampierdarenese

con un’Isolese in ripresa, lascia le due squadre a 3 punti di distanza, con i biancocelesti che, però devono ancora recuperare la partita contro il Bogliasco, sospesa sullo 0-0 per l’acquazzone che aveva investito il “San Rocco”.

In mattinata i recchesi si sono imposti 2-1 su un buon Sciarborasca che mette in mostra una buona organizzazione, sebbene manchi qualche meccanismo in fase di costruzione. I padroni di casa decidono di partire forte e dopo 7’ è già 1-0 con Costa bravo a puntare e battere Rotondo (il migliore dei suoi). Il pareggio arriva al 28° su calcio di rigore, che Angella trasforma perfettamente. Nel secondo tempo poi è quasi un monologo recchese con Brunelli e Costa che fanno dannare i diretti avversari sulle fasce, mentre Zucca e Paterno sfiorano almeno due volte a testa il gol. Lo Sciarborasca si difende bene e cerca di colpire in contropiede, ma nel lungo periodo emerge la stanchezza e intorno al 70° Vallarino stende un avversario al limite dell’area rimediando il secondo giallo.

di 17

Galleria fotograficaGolfo Paradiso - Sciarborasca

  • Golfo Paradiso - Sciarborasca
  • Golfo Paradiso - Sciarborasca
  • Golfo Paradiso - Sciarborasca
  • Golfo Paradiso - Sciarborasca

Il Golfo a quel punto gioca stabilmente nella metà campo avversaria e Paterno non inquadra la porta per un paio di volte di testa, ma all’85° su calcio d’angolo anticipa tutti e gira alle spalle dell’incolpevole Rotondo (che in precedenza aveva sventato un paio di palle gol). Finisce 2-1, per un  Golfo non bello, ma efficace.

Rallenta quindi la Sampierdarenese che a Ronco contro l’Isolese si salva solo nel finale. I biancoverdi infatti passano in vantaggio al 29° con un diagonale di Stumpo che non lascia scampo a Pittaluga. I lupi nella ripresa cingono d’assedio la metà campo avversaria ed Alesso è provvidenziale su Minnelli prima e Ferraro poi che da distanza ravvicinata si vedono respingere un paio di conclusioni potenti. A due minuti dalla fine poi raccoglie il cross di De Moro e gira in porta facendo esplodere i tifosi biancorossoneri e permettendo alla Sampierdarenese di continuare nel ruolino di imbattibilità che dura da undici turni.

I risultati delle prime due, fa in modo che il campionato sia diviso ormai in alcuni spezzoni con Golfo e Sampierdarenese a fare un torneo a parte, mentre dietro di loro, a distanza di sicurezza, si lotta per i tre posti restanti in zona playoff. Lo Sporting Aurora, col ritorno alla vittoria dopo due pareggi consecutivi, protegge il terzo posto e blinda virtualmente la propria partecipazione agli spareggi salvezza allungando proprio sullo Sciarborasca, la prima delle “escluse” a +6.

A Pieve Ligure tutto inizia male, con l’infortunio del giovanissimo Fiore, portiere dei locali che deve essere trasportato in ospedale al quale fuoriesce di sede la rotula. Al suo posto Bertulessi. Il primo tempo è lento e poco spettacolare, l’equilibrio domina. La scossa arriva dalla panchina, con l’entrata di Ravettino infatti l’Aurora aumenta la velocità e soprende gli avversari. Al 61° l’attaccante riceve il cross di Ghirlanda, anticipando l’uscita di Bertulessi e insacca. Al 75° poi si esibisce in una serie di dribbling in velocità che gli consentono di presentarsi davanti al portiere avversario e di siglare il secondo, decisivo gol che chiude i giochi. Pieve che resta ancora penultima e vede lentamente scappare le concorrenti.

Torna subito a vincere l’Arenzano che in casa deve faticare più del previsto per avere la meglio sull’orgoglioso Leivi. La partita è di quelle che può finire in diversi modi. L’Arenzano ha certamente qualcosa in più, ma il Leivi compensa con corsa e attenzione. Al 18°, però Romiti non può nulla sulla punizione di Mori che si infila implacabilmente alle sue spalle.

Il Leivi non ci sta e reagisce. Così i suoi attacchi mettono in difficoltà la retroguardia bianocorossonera e al 43° la induce a commettere fallo da rigore che Benati trasforma. Nel secondo tempo la partita resta molto equilibrata, l’Arenzano fatica ad imporre il proprio gioco, gli animi si scaldano e a farne le spese è Fornaro che si prende il cartellino rosso intorno all’ora di gioco. Cinque minuti dopo, però è l’Arenzano ad avere la possibilità di sfruttare un calcio di rigore, ma Di Pietro sbaglia dagli 11 metri, bravo Romiti a parare. Il Leivi abbassa i ritmi, l’Arenzano invece vuol provarci fino alla fine e all’85° viene premiato grazie alla conclusione vincente di Rotunno che regala tre punti preziosi agli arenzanese in vista dei playoff.

C’erano in palio punti pesanti anche fra Prato e Bogliasco, entrambe coinvolte nella lotta salvezza e distanti una sola lunghezza (per quanto i biancorossi debbano recuperare la partita con il Golfo Paradiso). Di fronte al solito caloroso pubblico rossonero, lo spettacolo non manca e il Prato passa dopo 15’ con un bel colpo di testa di Mattia della Giovanna su punizioe di Trimarchi. Neanche il tempo di battere, che il Bogliasco ha già pareggiato grazie alla deviazione sfortunata di Lamonica.

I biancorossi si scuotono e al 25° ribaltano il parziale con una bella azione corale che porta Veroni solo davanti a Zampardo. L’attaccante bogliaschino non sbaglia e sigla l’1-2. Si va alla ripresa, ma il Prato invece di scuotersi viene ancora colpito a freddo, dopo sette minuti Rattini riceve al centroda Veroni e batte per la terza volta Zampardo.

La partita sembra chiusa, ma i rossoneri hanno una reazione d’orgoglio e dieci minuti dopo un calcio di rigore trasformato da Serra permette loro di accorciare le distanze e Adinolfi all’84° fa impazzire i tifosi con una bellissima semi rovesciata che supera Burlando e fissa il punteggio sul 3-3.

Il San Gottardo rischia di farla grossa in casa contro una Calvarese determinata che gioca dal 31° in dieci uomini per l’espulsione di Bacigalupo, ma tiene e chiude il primo tempo sullo 0-0. Nel secondo tempo arriva il gol che non ti aspetti con la gran botta di Casagrande dal limite dell’area di rigore sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Calvarese che gioca con autorevolezza e determinazione, ma progressivamente inizia a patire le folate offensive degli avversari e l’uomo in meno. Ma ci vuole un gran tiro di Senes che inventa una conclusione da oltre 25 metri e infila Paci per l’1-1. Nel finale Costa ha la possibilità di siglare il gol vittoria, ma il tiro da centro area finisce incredibilimente alto.

Colpo esterno del San Bernardino che trova tre punti d’oro in chiave salvezza andando ad espugnare il “Ferrando” del Via dell’Acciaio, che rischia invece di veder tramontare definitivamente  il sogno playoff.  Prima parte di gara avara di emozioni. Le reti arrivano entrambe nei finali di tempo. Al 40° Incerti viene servito in verticale prendendo in controtempo la difesa, e battendo Di Giorgio con un bel diagonale. Lo 0-2 porta invece la firma di Giometti, entrato dalla panchina, che recupera palla a metà campo e si invola verso la porta di Di Giorgio, con gli azulgrana sbilanciati in cerca del pareggio, superandolo con un tocco soffice.

Infine la Genovese Boccadasse resta in zona playoff grazie a Prestanizzi che contro la Vecchiaudace Campomorone si rivela decisivo. Al 23° si procura il rigore che, però Testasecca sbaglia calciando fuori. Nella ripresa è lui invece che arriva sul secondo palo e batte Dellepiane. Per la Vecchiaudace ancora una sconfitta che fa piombare i biancoblù in zona playout.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…