Va a Sturla il derby per il primato

Era il big match della giornata, lo scontro al vertice fra le prime della classe ed è stato un vero e proprio scontro fra titani, con la partita in bilico più

volte e il margine fra le squadre mai oltre le due reti di vantaggio. Sestri e Sportiva Sturla  si giocano il primato dopo un filotto di quattro vittorie consecutive a testa. Un derby per la città e per i colori, con il biancoverde che domina in acqua e sugli spalti.

Sestri parte meglio nei primi due quarti durante i quali trova il doppio vantaggio con Sturla che fatica in attacco. La squadra di coach Falcone si sistema prima in difesa, riuscendo nel terzo periodo ad accorciare le distanze e arrivare all’ultimo quarto sul 4-3. Ghiara in porta è strepitoso negli ultimi minuti e riesce a chiudere quasi tutti gli spazi, mentre in attacco gli ospiti ritrovano feeling con il gol. 1-3 e situazione ribaltata che Sestri non riesce più a cambiare. Finisce 5-6, con tanto merito alle due squadre per battaglia messa in atto in vasca.

La sconfitta di Sestri consente ad Arenzano di salire al secondo posto, a pari merito, grazie alla vittoria esterna (quarta consecutiva) sull’Etruria. La Toscana porta bene ai ragazzi di De Grado che qui hanno sempre vinto. Contro i fiorentini non c’è molto da dire, con il primo quarto che termina 0-4, soprendendo i locali e permettendo ad Arenzano di rientrare in acqua nel secondo periodo e allungare fino al parziale 6-1.

I valori in vasca sono molto diversi e si vede, i toscani provano a metterla sullo scontro fisico, ma hanno la peggio, anzi coach De Grado può permettersi di schierare due esordienti come Olmo e Ouadnouni senza compromettere la partita che procede spedita verso l’esito previsto. Nel terzo e quarto quarto, Arenzano rallenta, pur rispondendo colpo su colpo agli avversari lasciando un solo gol in favore degli avversari. Il tabellino alla fine dirà 7-11 per Arenzano. 

Sei reti erano bastate una settimana fa per vincere, altrettante ne ha incassate il Rapallo a Torino contro la più quotata Dinamica che ha avuto la meglio grazie aun break nel secondo quarto e a una difesa quasi impeccabile nel resto della partita. Fra piemontesi e liguri si gioca sul filo dell’equilibrio con la squadra di Casagrande che dopo un primo periodo fermo sull’1-1, va sotto 2-0.

Al cambio campo la rimonta gialloblù con un 1-2 che accorcia il risultato e pareggiarlo nell’ultima frazione, ma una doppietta di Federici consente ai torinesi di imporsi di misura. Punteggio ingiusto probabilmente per quanto visto in vasca, ma la pallanuoto è questa e a volte le cose non vanno come dovrebbero. Resta un’ottima prestazione dei ruentini di fronte a una squadra che ha perso una sola volta dall’inizio del campionato.

La giovane Albaro Nervi sfiora soltato la prima vittoria in stagione control’Acquasport Firenze, squadra non imbattibile, e diretta concorrente per la salvezza. I ragazzi di Cassola vanno avanti nel primo quarto 1-0, ma vengono raggiunti in un combattuto secondo quarto sull’1-1. Decisivo il rientro in vasca con i toscani che riescono ad andare in vantaggio che si rivelerà quello finale di una rete. Nell’ultima parte di gara a nulla servono le due marcature rossobiancheblù, alle quali rispondono gli avversari che chiudono 5-6.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…