La Sampdoria sbanca San Siro

Milano. Sveglia all’alba… c’è un tremo comodissimo, che parte da Arenzano alle 07.05 e arriva a Milano Rogoredo alle 09.20, senza il fastidio di dover cambiare a Genova Principe.

Evitata la

preoccupazione della nebbia della pianura Padana, che di certo avvolge l’autostrada, c’è il tempo da dedicare alla lettura di internet e dei quotidiani sportivi.

Dalla stazione di Rogoredo, il Metro della linea Gialla arriva in Duomo in meno di venti minuti… il tempo non è dei migliori per fare il turista, ma “bisogna” fare un salto in Galleria Vittorio Emanuele (il salotto dei milanesi), a mettere il tallone della scarpa sugli “attributi”, ben in vista, del toro, simbolo araldico dei Savoia, situato sul mosaico del pavimento, nell’ottagono centrale. La “leggenda” dice, infatti, che porta fortuna e provarci “costa poco”…

Adempito il rito scaramantico, si torna in Metro verso San Siro… in tempo per sentire lo speaker dello stadio declamare le formazioni:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Kucka, Paletta, Zapata, Romagnoli; Bertolacci, Sosa, Pasalic; Suso, Bacca, Deulofeu.

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Skriniar, Regini; Linetty, Torreira, Praet; Fernandes; Muriel, Quagliarella.

Il Milan, alla ricerca di porre un freno alle sconfitte subite tra campionato e Coppa Italia, è costretto a rinunciare a Bonaventura, Montolivo, De Sciglio e Antonelli, mentre la Sampdoria, smaniosa si riscattare l’immeritata sconfitta del match di andata, rilancia tra i pali Viviano e conferma il neo acquisto Bereszynski, nei panni di Pedro Pereira tornato alla “casa madre” Benfica e preferisce l’esperto Quagliarella, al brillante Schick, pronto a balzare in campo dalla panchina. Altra sorpresa “last minute”… Linetty al posto di Barreto.

Partono aggressive le due squadre… e l’arbitro inizia con una punizione “generosa” fischiata al Milan, al 7°, peraltro senza esito.

Nessun sussulto nel primo quarto d’ora di gioco, ma al 19° un lampo: velo di Muriel per Praet, che gli ritorna la palla in ottima posizione di tiro, con Paletta che riesce in extremis a murare il colombiano.

Al 21° Donnarumma anticipa Muriel in tuffo.

Al 22° Bertolacci carica il sinistro dal limite: Viviano c’è e respinge.

Al 25° grande parata di Donnarumma su conclusione a botta sicura di Linetty, dopo una triangolazione Muriel/Fernandes/Muriel

Al 27° ci prova Pasalic da molto lontano.

Al 29° ancora Bertolacci impegna severamente Viviano, su assist di Deulofeu, molto attivo, ma efficacemente contrastato da Bereszinsky.

Al 35° Suso sfonda su Regini… la mette dentro, dalla linea di fondo, ma Viviano è reattivo e ribatte.

Al 36° punizione di Suso…  sulla ribattuta Deulofeu tira debolmente fra le braccia di Viviano.

Al 40° Fernandes la manda in curva, su appoggio di Muriel.

Al 41° Suso stringe ancora all’interno del campo, su assist di Deulofeu e – a giro – sfiora il palo alla sinistra di Viviano… cresce il Milan.

Al 44° giallo a Bacca per proteste eclatanti, su un netto fuorigioco… mentre il pubblico fischia alla ricerca di condizionare l’arbitro… e sembra riuscirci… visto che, al 45°, questi ferma Muriel, lanciato in area, per un presunto fallo su Paletta, che si lascia cadere dopo aver frapposto il corpo.

Primo tempo equilibrato, con una maggior intraprendenza del Milan, ma con l’occasione più importante sui piedi di Linetty, fermato da un ottimo intervento di Donnarumma.

Si riprende sotto la pioggia milanese…

Al 47° palo di Deulofeu, che riprende una respinta di Viviano, ma la piazza sul legno, senza che Bacca riesca ad approfittarne.

Al 50° scambio Muriel/Quagliarella e palla a Praet, il cui tiro è bloccato dal portiere del Milan.

Al 52° la sta per combinare grossa Silvestre, che alleggerisce debolmente su Viviano, il quale a fatica anticipa Bacca.

Al 53° bicicletta di Bacca: fuori…

Intanto Giampaolo manda dentro Djuricic per Fernandes e subito il serbo s’ invola sulla sinistra, fermato in scivolata da Zapata.

Al 58° fendente di Pasalic (servito da Deulofeu) fuori di un soffio.

Al 60° ammonizione a Suso, per fallo su Djuricic.

Al 62° giallo per Kucka, ancora a seguito di un interevento sul serbo, molto intraprendente.

Al 68° Djuricic ruba palla a Zapata e serve Quagliarella… atterrato in area da Paletta…rigore!!

Muriel spiazza Donnarumma (1-0)

Al 70° entra Schick per Quagliarella e subito dopo Lapadula per Bacca e Abate per Pasalic

Al 76° bravo Deulofeu a servire Suso, il cui tiro sorvola la traversa.

Al 79° Montella manda in campo Ocampos per Bertolacci e Giampaolo, Alvarez per un Muriel stremato.

All’82° show di Djuricic, che uccella Romagnoli e costringe Donnarumma a una miracolosa deviazione, ma l’arbitro non dà il corner.

All’ 83° grande parata di Viviano su Deulofeu.

All’ 84° giallo a Sosa, che atterra un Linetty in percussione ‘coast to coast’.

All’ 87° miracolo di Viviano, che salva prima su Lapadula e poi su Abate.

Al 90° secondo giallo a Sosa, per fallo su Djuricic, il cui ingresso ha cambiato la partita… il Milan resta in dieci.

Quattro minuti di recupero, con i rossoneri arrembanti e la Samp che cerca di tenere palla il più lontano possibile da Viviano (ottimo il suo rientro).

Considerazione finale… il tallone sugli attributi del toro, in Galleria Vittorio Emanuele ha funzionato!

Ultima modifica il Domenica, 05 Febbraio 2017 17:58
Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…