Sampierdarenese campione d’inverno

Si ferma per la pausa natalizia anche la Prima categoria girone C, ma non prima di regalare l’emozione dell’ultimo turno. Il botto arriva in testa, con il Golfo Paradiso che dopo

una cavalcata lunga 13 partite, viene scavalcata dalla Sampierdarenese, partita lenta, ma con una progressione impressionante.

Costa caro il quinto pareggio ai biancocelesti, arrivato contro l’Arenzano nel nuovo impianto del San Rocco di Recco. Il Golfo pur rimanendo la squadra con meno sconfitte, è una di quelle che pareggia di più (cinque totali, dei quali tre sono arrivati in altrettanti turni consecutivi, compreso l’odierno). Che i biancocelesti fatichino a vincere si vede quindi da un po’, ma con l’Arenzano i recchesi partono forte, con Zucca e Costa che sfiorano il vantaggio, ma vengono messi sotto col passare nei minuti seguenti fino al 44° quando Chiappori in contropiede fulmina Cellerino.

Nel secondo tempo Zucca è pericoloso in un paio di occasioni, ma Lucia para. All’85° poi Gambino coglie la traversa. Il pareggio arriva all’ultimo secondo, con Sanna che salva i suoi al minuto 94, con gli ospiti che protestano perché ritenevano fosse finito il recupero. Il Golfo comunque dovrà usare la pausa per ricaricare le pile in vista di un girone di ritorno che si prospetta molto interessante. Per l’Arenzano un punto che consente ai biancorossoneri di rimanere nella parte alta della classifica.

La Sampierdarenese quindi si laurea campione d’inverno grazie alla vittoria numero 10 della sua stagione e lo fa con una partita di carattere e determinazione, per di più contro la Calvarese, reduce da due risultati utili consecutivi. Dopo venti minuti di studio, la prima occasione è degli ospiti con Lagormarsino che tenta la botta dalla media distanza, para Pittaluga. Due minuti dopo la Sampierdarenese passa. A segnare è il nuovo arrivo in casa biancorossonera, Aledda che dal limite dell’area calcia dove Paci non può arrivare.

La gioia dei locali dura poco, perché cinque minuti dopo Piazze trasforma un calcio di rigore concesso poco prima dal direttore di gara. La Calvarese si rianima e Lagormarsino sfiora il raddoppio con una conclusione che si spegne a lato. Al 45° poi la Sampierdarese ha l’occasione per ritornare avanti, ma Aledda, bravo sul primo gol, non è freddo dal dischetto del rigore si fa ipnotizzare da Paci e calcia a lato.

Il gol arriva dopo cinque minuti del secondo tempo: Ferraro si esibisce in una gran girata su cross di Rossin e non lascia scampo a Paci. Un bellissimo gol che decide la partita e manda in paradiso la Sampierdarenese, cinica e ispirata che si laurea regina d’inverno. Per la Calvarese, invece la strada per la salvezza è ancora lunga, anche se ci sono segnali positivi.

La Prima categoria, regala comunque una lotta serrata nei posti playoff con tre squadre a 24 punti che, sfruttando il testa a testa in vetta, si avvicinano alle due squadre in corsa per il primo posto. Pur rimanendo a distanza di sicurezza (-5 dalla seconda e -7 dalla Sampierdarenese), Aurora, Via dell’Acciaio e San Gottardo hanno chiuso il 2016 in ascesa, scalzando formazioni più accreditate ad inizio campionato.

Gli arancioblù, guadagnano un punto contro lo Sciarborasca, in uno scontro diretto al vertice. I gialloblù  faticano a segnare, e l’Aurora si accontenta di un buon pareggio che le consente di rimanere al vertice. Certo una vittoria avrebbe aperto scenari molto interessanti, con il secondo posto che sarebbe stato solo a 3 punti. In ogni caso, entrambe le squadre avranno modo di dire la propria da gennaio.

Il Via dell’Acciaio, lo dicevamo settimane fa, avrebbe dovuto trovare continuità nei risultati per puntare in alto. Così ha fatto, andando a punti nelle ultime cinque partite. La vittoria contro il Prato nell’ultima uscita è la cigliegina sulla torta che conferma i progressi fatti dagli azulgrana, che con i rossoneri danno vita a una partita molto combattuta, decisa dalla rete di Lalli al 52°, dopo che, nel primo tempo un altro gol gli era stato annullato per fuorigioco.

Il Prato gioca sostanzialmente per poco meno di un tempo, poi si spegne, quasi disinteressato alla partita e il Via dell’Acciaio può condurre in porto il match con tranquillità e sicurezza. Per il Prato un netto passo indietro, che fa precipitare i rossoneri sull’orlo del baratro dei playout.

Vince anche il San Gottardo che certifica la crisi dell’Isolese. Con uno 0-2 esterno i biancorossi entrano di prepotenza in zona playoff, con un risultato all’inglese che spedisce invece i biancoverdi a -6 dalla salvezza diretta. In queste ore la società valligiana sta lavorando sul mercato con alcune partenze e arrivi, ma al momento, non si sono visti cambiamenti.

Chiude il suo 2016 alla grande invece la Genovese Boccadasse, che dopo un periodo di risultati non certo esaltanti, travolge 4-1 il Bogliasco, in piena crisi. I verdirossoblù vanno subito in vantaggio con un’azione fulminea. Al 3° Romei viene lanciato dalla difesa, salta il diretto avversario e con un preciso tiro, battezza l’interno del palo e manda in vantaggio la Genovese.

Al 20° gli ospiti pareggiano con un gol d’autore di Veroni. Dopo l’intervallo la Genovese rientra con un nuovo piglio e al 47° torna in vantaggio ancora con Romei dopo una splendida azione. L’attaccante genovese duetta con Testasecca, supera un difensore e piazza la sfera all’incrocio. Stavolta la Genovese tiene a al 78° Nosengo mette in ghiaccio il risultato. All’82° poi, Testasecca sigla l’ultima marcatura del 2016 del Boccadasse. Per il Bogliasco una pausa che arriva al momento giusto per ricaricare le pile.

Importante il risultato del Pieve Ligure, che in casa vince, non senza difficoltà con un Leivi che gioca bene nel primo tempo, sfiorando due volte il gol con Benati e Canio. Nel secondo tempo, però si decide il match. Al 61° Bortolazzi con una bella conclusione. Al 74° crolla definitivamente il Leivi grazie a un colpo di testa di Piccardo che gira a rete su calcio d’angolo. Leivi sempre più ultimo, urgono interventi sul mercato.

Basta un gol, giunto al 37° di Casanova per consentire alla Vecchiaudace Campomorone di prevalere sul San Bernardino Solferino. Per i biancoblù è il quinto risultato utile consecutivo, che vale la metà classifica esatta: -4 dai playoff e altrettanti dai playout. Per il San Bernardino invece un’occasione perduta per rimanere in scia della zona promozione e una doppia posizione persa a vantaggio della stessa Vecchiaudace e della Genovese.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…