Avosso spietato col Savignone. Montoggio pareggio in rimonta

Ottava giornata di campionato in Terza categoria genovese, con due squadre che provano a scappare, Avosso e Montoggio. Dietro, però non si sta a guardare e se il San Martino conferma

di essere in ripresa e rimane in scia, anche la Sottocollese dimostra di avere preso il ritmo giusto.

L’Avosso rimane in testa e lo fa con una prova di forza assoluta contro il malcapitato e francamente quasi indifendibile Savignone. Squadra giovane, inesperta, ma certamente qualcosa andrà fatto in sede di mercato, almeno per evitare risultati come quello maturato al “Comunale” dove arriva una grandinata di 9 reti. Un 9-1 che certifica una netta inferiorità dei savignonesi di fronte a una squadra che chiaramente punta in alto e non fa prigionieri.

La partita sembra fare solo da cornice ai gol dei locali che passano già al 4° con Repetti, che di testa gira in rete la punizione di Trimarchi. Tre minuti dopo Persiani sfiora il raddoppio sottomisura calciando alto. Al 14° è 2-0. Calci d’angolo di Vassallo e lo stesso Persiani incoccia indisturbato per il raddoppio. Quattro minuti dopo Armienti serve in profondità Vassallo che sigla la terza rete. Dopo 20’ la partita è già virtualmente chiusa.

A questo punto l’Avosso rallenta, rifiata e lascia l’iniziativa anche agli avversari che concludono a rete con Ballarini, ma Loprestini c’è. Il Savignone prova a giocare a calcio e l’Avosso glielo lascia fare, pur controllando la partita. Quando attacca, però la formazione gialloblù dà la sensazione di poter segnare ogni volta. Al 28° Trimarchi si presenta tutto solo davanti alla porta avversaria, ma sparacchia alto.

Si va al riposo e il Savignone può anche dirsi soddisfatto di aver comunque giocato la propria onesta partita. Al 57° Vassallo si vede annullare la doppietta per fuorigioco e sul ribaltamento di fronte Sciaccaluga non inquadra la porta da buona posizione. É buono invece il quarto gol, di Repetto, che gira al volo su calcio d’angolo una gran palla sulla quale Morando non può intervenire. Nove minuti dopo Divanni allunga a 5 le marcature, anche se sul suo gol gli ospiti chiedevano il fuorigioco.

Al 74° arriva il sesto gol, lo firma Sansone che ringrazia Morando e compagni per il pasticcio. Il portiere esce basso, ma si scontra con un compagno. La sfera resta buona per il giocatore gialloblù che deve solo spingerla dentro. Non si ferma l’Avosso e il Savignone non ci capisce più nulla. Passa un minuto e Divanni fa doppietta saltando tutta la difesa avversaria, che non fa molto per fermarlo, e insaccando.  All’82° la punizione di Armienti colpisce in pieno l’incrocio dei pali, ma sulla ribattutta c’è Marchelli che di testa fa 8-0. Il nono gol è proprio di Armienti, che dopo aver fornito assist a  destra e a manca, si toglie la soddisfazione. Al 90° Staltari confeziona l’amaro gol della bandiera.

Il Montoggio pareggia 2-2 con la Casellese in una partita tesa, fatta di botta e risposta e di un finale da infarto. Fra le mura amiche i “cats” valligiani vanno sotto al 30° grazie a Marradi che supera bene Mangini. Al 45° poi Brusa trova la via giusta per raddoppiare e le squadre vanno al riposo sullo 0-2. Sembra una partita indirizzata, ma a 50° Pavanini riapre tutto. Al 70° Mangini, portiere del Montoggio vede rosso, e finisce anzitempo sotto la doccia. Partita che sembra chiusa quindi, invece al 95° Fondacaro, entrato dalla panchina, piazza la zampata del 2-2 che fa saltare di gioia i locali e di rabbia gli ospiti. Per il Montoggio un pareggio che consente di mantenere la testa della classifica, anche se i biancoblù regalano un tempo ad una Casellese sprecona, che deve prenderesela solo con sè stessa per aver gettato alle ortiche il doppio vantaggio.

Dietro al duo di testa c’è il San Martino, che dopo la sconfitta di due settimane fa contro il Montoggio, sembra aver ritrovato il feeling con i tre punti. Contro il fanalino di coda del Libraccio, arriva infatti la seconda partita a punteggio pieno consecutiva. Uno 0-3 che non rende merito comunque agli arenzanesi che hanno giocato alla pari dei più quotati avversari per gran parte del match.

I grigiorossi hanno infatti dovuto faticare non poco per portare a casa i tre punti, anche perché il Libraccio ha giocato una partita maschia, ma corretta. La rete di Rissotto al 30° ha permesso al San Martino di chiudere il primo tempo in tranquillità, ma nella ripresa i padroni di casa hanno chiuso ogni spazio e messo in difficoltà gli ospiti. Le reti della sicurezza sono arrivate solo nel finale con Pietranera e Siciliano, che hanno reso vano l’ultimo assalto all’area di rigore del San Martino, segnando rispettivamente all’80° e all’85°. Per il San Martino la corsa per la promozione è aperta, il Libraccio invece ha mostrato buone cose, ma avrebbe bisogno di un paio di innesti in difesa e in attacco.

Lo avevano dichiarato quelli della Sottocollese che sarebbero “arrivati” e hanno mantenuto la promessa. La vittoria per 2-0 in casa, nel proprio campo (ancora imbattuto, per quanto vi siano state giocate solo due partite) contro il Cep, dimostra che i biancoverdi ci sono, ci credono e ora ne hanno il diritto essendo a 4 punti dalla testa della classifica. Terza vittoria di fila e tanta fiducia, per una squadra che aveva inizia a singhiozzo. Male il Cep invece che non riesce a concretizzare le occasioni che crea. Non per caso è il terzo peggior attacco del campionato. Proprio in questo reparto forse occorrerebbe intervenire per rendere davvero competitiva una squadra che può fare il salto di qualità.

La partita parla di una gara decisa nel primo tempo. Apre le marcature Porcella al 21° e le chiude al 44° Poggi. Ospiti che non reagiscono e allora la Sottocollese ha buon gioco a gestire un comodo vantaggio.

Partita non bella, ma importante fra Davagna e Zena, in cui le due squadre dovevano dare un segnale alla propria stagione. I biancorossi per rialzare la testa, e provare a ripartire; il Zena soprattutto per ritrovare sé stesso, il proprio gioco e una certa continuità. Hanno prevalso questi ultimi grazie alla rete di Ciolfi al minuti 70° e nonostante l’espulsione, a 10’ dalla fine di Picardi. Più voglia e determinazione quindi per i biancorossoblù che si rilanciano, agganciano proprio il Davagna e la zona playoff.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…