Il Montoggio mette la freccia e supera l’Avosso

Colpo di scena in Terza Categoria, dove l’Avosso viene bloccato sul pari da un buon Santiago che dopo la scoppola di sette giorni fa con la Sottocollese, rialza la testa e

può dirsi soddisfatto del pareggio contro una della pretendenti al campionato.

I gialloblù arrivano a San Desiderio con un pò troppa sicurezza,guardandosi eccessivamente allo specchio con azioni belle da vedere, ma poco concrete. In più la direzione di gara non è delle più illuminate il che contribuisce ad innervosire gli ospiti che iniziano all’attacco con una bella azione di Di Vanni che non trova la porta. Al 16° Armienti si vede annullare un gol dal direttore di gara, proteste accese dell’Avosso. Al 26° Taravella in corsa lascia partire una bordata che esce di pochissimo a lato.

Nel momento migliore della capolista, il Santiago colpisce. Diawara calcia, il portiere respinge in area, si crea una mischia ed è proprio l’attaccante africano a scaraventare in porta la sfera da due passi. Il gol rianima i locali che sfiorano il raddoppio in chiusura ancora con Diawara che prima colpisce di testa chiamando Giuli alla risposta d’istinto. Poi ci riprova poco dopo con un diagonale che esce di pochissimo a lato.

Nel secondo tempo parte nuovamente forte l’Avosso ancora con Taravella che non inquadra lo specchio della porta. Al 48° altra doccia fredda per gli ospiti che incassano il raddoppio del Santiago, con il classico gol dell’ex. Lo segna Solis che fa 2-0. A questo punto reagisce con rabbia l’Avosso che quattro minuti dopo accorcia con Taravella, il quale dopo altri cinque minuti colpisce la traversa con un colpo di testa potente. Grande protagonista l’attaccante gialloblù che al 65° ha l’opportunità di impattare il risultato, ma giunto a tu per tu con il portiere avversario calcia alto. Alla fine è Armienti su punizione che salva l’Avosso al 77° evitando una sconfitta che sarebbe stata immeritata. Per il Santiago un punto guadagnato in modo cinico e ancora molto lavoro da fare per non lasciarsi sfuggire di mano le partite.

Ad approfittare dello stop dell’Avosso è il Montoggio, nuova capolista che vince all’inglese contro il Zena. I biancoblù si trovano di fronte un avversario ostico e ancora imbattuto. Per scardinare la difesa del Zena ci vuole una gran punizione di Trofin intorno all’ora di gioco. Poi i valligiani sono bravi a contenere la reazione degli avversari e a chiudere i conti all’84° con Delucchi.

Big match di giornata quello fra San Martino e Davagna, con le squadre divise da quattro punti e la possibilità per i leoni biancorossi di scavalcare l’Avosso e allungare sullo stesso San Martino. In realtà il San Martino ha il merito di crederci fino all’ultimo e di amministrare meglio le proprie energie per farlo.

Il primo tempo è molto equilibrato, con la rete di Pietranera al 10° che porta in vantaggio il San Martino e il pareggio al 38° di Vernazzano che ristabilisce la parità. Parte meglio anche nel secondo tempo la squadra di casa che torna in vantaggio con Ghigo dopo soli due minuti, ma viene agganciata da Ilariucci ad un quarto d’ora dalla fine. La partita rimane rimane in bilico e all’85° Zanardi la sblocca con una bella conclusione che riporta, definitivamente, avanti il San Martino.

Seconda vittoria consecutiva per il Cep che sale così a quota otto, a metà classifica. Con il Libraccio la partita è molto difficile, e si sblocca solo al 75° grazie a Pedemonte, subentrato dalla panchina. Peccato per gli ospiti che tengono bene per larghi tratti il campo, ma calano sensibilmente nel finale, un avvenimento troppo frequente che combinato ad un attacco tutt’altro che prolifico, significa ultimo posto in classifica.

Chiude il quadro di giornata il tennistico 0-6 fra Savignone e Sottocollese. Due realtà opposte, con obbiettivi diversi, ma che in comune hanno l’essere nuovi. Il Savignone per il cambio in società, la Sottocollese per la sua recente fondazione. In realtà, però i lupi biancoverdi non si nascondono e dopo un inizio di stagione difficile, ora puntano ai piani alti della classifica.

Contro questo Savignone, gli ospiti hanno vita facile prendendo in mano le redini del gioco al primo minuto senza più lasciarle. Dopo un quarto d’ora infatti Morando è decisivo su Alloisio che prova dalla distanza. Al 21°, però un pasticcio difensivo in disimpegno, consente a Francalacci di recuperare palla e beffare il portiere con un preciso pallonetto.

La Sottocollese è padrona del campo e al 27° colpisce in pieno la traversa con Campanella. Poi ancora Francalacci ci prova da distanza ravvicinata, ma la sua conclusione è preda di Morando. Al 43° Poggi gira una gran botta da dentro l’area savignonese, Morando respinge con il volto: il portiere dovrà uscire nell’intervallo. Al 45° arriva il raddoppio degli ospiti con Rimassa che arriva per primo sulla sfera dopo una serie di rimpalli nell’area avversaria.

Nella ripresa al 50° cala definitivamente il sipario sulla partita. Rimassa la mette al centro, Poggi gira nuovamente in porta e trova la deviazione determinante di Maida. Il Savignone si difende come può, ma la differenza in campo è evidente. Al 60° Ferreratrova il poker. Inizia poi la girandola dei cambi ed è proprio un neo entrato, Pagliano a realizzare la quinta rete al 75°. Nel frattempo Rovati, secondo portiere compie un paio di miracoli, prima su Ferrera dai 20 metri, poi su una bella azione tutta di prima che porta Rimassa a girare in porta da pochi passi. Al 91° poi il definitivo 0-6 firmato ancora da Pagliano che si vede respinta la prima conclusione, la sfera gli ritorna e col portiere fuori causa può insaccare a porta vuota.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…