Il Golfo Paradiso torna a vincere, dietro tengono le seconde

Il campionato di Prima categoria, girone C, si conferma bello e avvincente, con una classifica corta, (con l’eccezione degli estremi: prima e ultima) e con continui sorpassi e controsorpassi sia per

la zona playoff che per quella salvezza.

Non sbaglia la capolista Golfo Paradiso che vince e inguaia l’Isolese che si affaccia in zona playout. I biancocelesti si trovano di fronte una compagine preparata, vogliosa, ma poco incisiva in avanti. La granitica difesa biancoverde deve, però capitolare all’85° quando Cacciapuoti insacca con un bel colpo di testa su cross di Brunelli. Cannone non può far altro che vedere la palla entrare alle sue spalle. La rete, giunta a pochi minuti dal termine, piega le gambe agli ospiti che non hanno più la forza per rientrare in gara e incassano la quinta sconfitta di stagione.

Risposta importante invece del Golfo Paradiso dopo la sconfitta di sette giorni fa che aveva fatto temere un crollo psicologico dei biancocelesti.

Resta in scia la Sampierdarenese che contro il Leivi vince 0-1 grazie alle rete di Lebole al 22° e rimane a 4 lunghezze dalla capolista. Ancora una volta il Leivi gioca una partita discreta, ma manca in attacco, mentre la difesa si concede qualche svarione di troppo. Di certo i biancorossi meriterebbero qualcosa di più. Massimo risultato con il minimo sforzo per i biancorossoneri che tengono il passo.

A pari punti con la Sampierdarenese, c’è lo Sciarborasca, autore di una stagione in crescendo fino al 3-2 odierno contro il San Bernardino. La partita è piacevole, con tanti gol e ribaltamenti di fronte. Apre le marcature Giardina al 5° con una bella conclusione dalla distanza. I gialloblù pareggiano con Angella che devia in modo decisivo la sfera, su punizione di Aloe in apertura di ripresa.

Al 59° lo Sciarborasca mette la freccia con Degli Innocenti che anticipa tutti e di testa insacca l’angolo battuto da Bertolotto. Il finale è poi da infarto con il terzo gol gialloblù, firmato Bruzzese al 91° al quale risponde al 92° ancora Giardina con un sontuoso colpo di testa. Non c’è più tempo, però per gli ospiti che perdono così contatto dalla zona playoff.

Vince il Via dell’Acciaio che ricaccia la Calvarese nei bassifondi della classifica. Gli azulgrana passano in vantaggio al 20° grazie a Lalli, bravo a toccare di testa la punizione di Fiumanò. Il primo tempo scorre con un buon controllo della gara da parte del Via dell’Acciaio, e con la Calvarese con poche idee in attacco.

Al 50°, però Segale trasforma il calcio di rigore assegnato alla sua squadra e tutto pare possibile.Importante e fortunata la rete del nuovo vantaggio del Via dell’Acciaio con Giommaresi che calcia dalla distanza, la sfera viene deviata da un avversario ingannando il portiere. Al 90° poi, c’è gloria anche per il neo entrato Biello che fa 3-1.

L’Aurora viene affondata  dalSan Gottardo che domina la partita e ridimensiona gli arancioblù che avevano mostrato un bel gioco e ottenuto risultati importanti contro le prime della classe. I padroni di casa iniziano subito forte, colpendo al 6° l’incrocio dei pali con Nanni. Dieci minuti dopo Spinetti su punizione prende la traversa e al 17° Costa colpisce il palo.

Così al 18° dopo ben tre legni colpiti, il San Gottardo va sotto. Ghiggeri prende palla e la calcia a giro dove Tovani non può arrivari. Al 24° cambia ancora la partita pecrhé l’arbitro espelle Benassi reo di un brutto intervento su Spinetti: Aurora in dieci. Al 41° arriva il meritato pareggio con Pili che devia un tiro di Costa ed inganna Longinotti. Si passa al secondo tempo e dopo sei minuti il San Gottardo completa l’operazione sorpasso. Costa viene lanciato, Longinotti esce e Costa lo infila per il 2-1 San Gottardo. L’Aurora sbanda e accusa la fatica causata dall’uomo in meno. Salvini al 61° calcia di potenza, ma Longinotti mette in angolo, ma due minuti dopo lo anticipa in uscita e sigla il 3-1.

All’85° poi si chiude virtualmente il match, ancora con Salvini che calcia un diagonale perfetto, imprendibile per Longinotti. Al 90° l’inutile rete di Castonovo che in area svetta e gira in porta la punizione calciata da Pareto. Finisce 4-2 con il San Gottardo che vola dalla zona salvezza a quella playoff.

Crolla la Genovese Boccadasse che viene travolta dall’Arenzano. I biancorossoneri che forniscono una prestazione di alto livello abbandonando le acque paludose della bassa classifica. La prima rete arriva al 15° con Pastorino, bravo a deviare il cross di Burattini. Il raddoppio arriva in avvio di ripresa con Painini che recupera palla al limite e calcia una staffilata imprendibile per il portiere Boero.

Al 60° la Genovese batte un colpo con Galeno, ma è un  fuoco di paglia perché nove minuti dopo Ventura trova la terza rete arenzanese e all’80° Garetto chiude in conti calando il poker. Una Genovese troppo timorosa che si è trovata di fronte, al contrario un Arenzano deciso e pronto a cercare la vittoria in tutti i modi.

Importante risultato, in chiave salvezza per il Pieve Ligure che vince in trasferta contro il Prato. Partita giocata a viso aperto da entrambe le squadra con tanto agonismo in campo. La prima occasione è firmata Prato con Serpe che calcia da fuori, ma il portiere manda out.

Il gol arriva al 26° con Basciano che incoccia di testa un bel traversone di Bortolazzi in mezzo all’area. Il Prato prova a replicare con Zamana che a tu per tu con il numero uno avversario, si fa ipnotizzare e gli calcia in bocca. Al 41° arriva il raddoppio di Bonica, bravo a sfruttare al meglio l’errore di Zampardo che esce a vuoto, la palla rimane buona per il numero 4 che non sbaglia.

Ad inizio ripresa i rossoneri reagiscono. Al 55° Serpe sfiora il palo, al 64° Serra riapre i giochi intervenendo con tempismo perfetto in area. Al 75° poi Zamana calcia un gran pallone che sfiora l’incrocio dei pali. Finisce 1-2 quindi un match che ridà morale e punti al Pieve. Per il Prato uno stop dopo la bella prova di sette giorni fa.

A chiudere la giornata c’è poi BogliascoVecchiaudace Campomorone con gli ospiti autori di una buona partita che gli permette di tornare a respirare. Gli ospiti al 4° sono già in vantaggio con Casanova che se ne va, serve Draghici che non sbaglia. Al 40° il Bogliasco riesce a parggiare con un gran tiro di Pastorino che coglie l’angolino.

Nel secondo tempo, però è decisiva l’entrata in campo di Arrache  che al 74° riporta avanti i suoi con un tiro cross che beffa Burlando. Cinque minuti dopo poi, ancora Arrache, salta secco un avversario al limite dell’area e calcia nell’angolo lontano. Vecchiaudace che risale e si toglie dai playout proprio a spese del Bogliasco.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…