La Sestrese risponde al Taggia e resta in corsa per il primo posto

Continua la corsa a tre per la vetta della classifica di Promozione Girone A. Una savonese, una genovese ed un’imperiese si alternano ormai da mesi alla guida della classifica. Il Taggia

tiene il primo posto grazie alla vittoria sull’Arenzano per 3-1in rimonta. I giallorossi vanno sotto infatti al 14° su calcio di rigore di Troiano che illude i genovesi. Nel secondo tempo i taggiaschi spingono sull’acceleratore, ma trovano sempre una difficile cortina a chiudere ogni spazio.

Al 70° Celotto, però riesce a trovare il varco giusto e a pareggiare. Passano cinque minuti e Miceli ribalta tutto. È la rete che fa la differenza, perché i locali tengono il campo e nel finale  trovano anche il terzo gol ancora con Miceli dagli 11 metri.

Vince anche la Sestrese che resta dietro di un solo punto al Taggia (anche se i giallorossi devono recuperare la gara con il Serra Riccò). I verdestellati espugnano Savona con due reti vicine fra loro che fanno crollare il Legino. Anselmo ed Akkari infatti decidono la gara intorno all’ora di gioco con una rete spettacolare del numero 11 che al 58° in rovesciata spezza l’equilibrio del match. Praticamente un minuto dopo Akkari trova un tiro in diagonale che fulmina Bresciani e sostanzialmente mette al sicuro il parziale.

Bene anche il Varazze che resta appaiata alla Sestrese grazie alla chiara vittoria esterna a Celle Ligure. Apre subito Crocilla che mette in discesa le cose per i nerazzurri che raddoppiano al 45° con Gagliardi. Il Celle reagisce timidamente, ma Saporito spegne le residue speranze cellesi con la rete dello 0-3 dopo un quarto d’ora.

Celle che quindi torna in acque torbide e vede avvicinarsi alle sue spalle il Camporosso che dopo la scoppola rimediata dalla Sestrese, reagisce e vince di misura contro il fanalino di coda Loanesi. Succede tutto nel secondo tempo con Siberie che la sblocca al 60°. Ospiti che non la chiudono, Loanesi che provano a crederci, ma il punteggio resta uguale fino agli ultimi minuti. Il gol di Armango all’89° sembra poter consentire ai rossoblù di trovare il primo pareggio della stagione. Ci pensa Cascina, entrato da poco in campo, a piazzare il gol decisivo e a infliggere l’ennesima delusione alla Loanesi.

Una rete al 10° di Trudu consente al Via dell’Acciaio di salire al quarto posto superando l’Arenzano e balzando in testa al gruppo delle inseguitrici, ovvero di quel gruppetto di squadre che dietro al trio di testa cerca di mantenere il distacco minore possibile per poter partecipare ai playoff. Genovesi che superano quindi la Veloce che scivola al penultimo posto.

Vittoria importante per il Serra Riccò che si impone sulla Dianese e accorcia proprio sui rossoblù. Parte meglio la squadra ponentina, ma sono i gialloblù a passare in vantaggio. Al 35° un cross da calcio d’angolo arriva a Boccardo sul secondo palo che calcia in modo vincente. Cinque minuti dopo il Serra sfiora il raddoppio con Rizzo che su punizione colpisce la traversa. Si va al secondo tempo e la Dianese trova un pareggio meritato con Castelein che viene servito sulla corsa e calcia radente di potenza, portiere non perfetto nell’evento.

Il gol scuote il Serra Riccò che torna avanti al 64° con Draghici il quale viene pescato con un cross, controllo e tiro perfetti, nulla da fare per Meda. La Dianese cerca la reazione, ma i gialloblù si affidano alle rapide ripartenze e al 93° la chiudono con Garrè che è lesto a ribadire in rete una respinta di Meda su tiro di Lobascio.

Derby cromatico fra Praese e Bragno vicine in classifica e da oggi anzi appaiate. La Praese va in vantaggio al quarto d’ora con Cisternino, ma quindici minuti dopo, Brovida impatta il parziale. Nel finale di frazione, Stabile è cinico e beffa Giribaldi per il nuovo vantaggio genovese. Nel secondo tempo Morando mette il gol della sicurezza al 56°. Bragno che avrebbe la possibilità di riaprirla, ma Vejseli sbaglia un calcio di rigore e la Praese può festeggiare.

Infine il Ceriale espugna Ventimiglia e mette in cascina tre punti fondamentali per la salvezza allungando sulle dirette concorrenti e agganciando proprio i granata a quota 21 punti. Partita che si indirizza già nel primo tempo con Donà che al 22° apre le danze. Cinque minuti dopo Sfinjari raddoppia mandando le squadre al riposo sullo 0-2. I frontalieri trovano una reazione in avvio della ripresa che consente ai granata di accorciare con Scappatura. Si aspetta un forcing del Ventimiglia, invece Insolito piazza il tris che chiude virtualmente una partita che non cambierà più nel punteggio.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…