La Corniglianese prova la fuga. La Casellese scivola in fondo alla classifica

Undicesima giornata di campionato in Seconda categoria Girone D (anche se sono dieci le gare effettive) in cui la Corniglianese prova a fare selezione e scappare via. I neroverdi si impongono

in trasferta su un Carignano che vende cara la pelle anche perché necessita punti salvezza. 

Proprio i gialloblù infatti trovano il vantaggio al 26° con Borreani e con questo parziale si va al riposo. Nella ripresa Avogadro la pareggia al 53°, ma ancora Borreani rimette avanti i suoi due minuti dopo. Il Carignano si chiude a difesa della propria porta, ma non può nulla sul tiro sotto l’incrocio di Papillo al 66° che rimette tutto in gioco. Al 70° Pigliacelli firma la rimonta con il 2-3 e dieci minuti dopo Papillo trova la doppietta personale per il 2-4 finale.

Crolla invece la Rossiglionese che a Masone viene steso nel derby della Vallestura. All’8° Mirko Pastorino riceve in area e fulmineo si gira e batte a rete, nulla da fare per Odone e 1-0 Masone. Dieci minuti dopo ancora Pastorino protagonista, ma il suo tiro colpisce il palo. Nella ripresa il Rossiglione prima resta in dieci per il secondo giallo rimediato da Piscitelli. I bianconeri non si perdono d’animo e provano a rientrare in gara, ma si espone alle ripartenze dei biancoblù che al 74° raddoppiano con Rotunno puntuale a metterla dentro da due passi. All’80° Fiorito la chiude con il terzo gol masonese.

Con il ko dei bianconeri, mette la freccia e sorpassa al secondo posto lo Sporting Ketzmaja che in casa rischia qualcosa con la Casellese nel finale dopo una gara dominata. I gialloblù infatti vanno a segno al 45° con Baricola, raddoppiano al 60° con Cannas da due passi e all’80° sembrano chiuderò con Scarsi che di testa svetta e batta Mangini. Gli ospiti reagiscono solo nel finale, ma spaventano lo Sporting. Al 90° infatti Masnata deve solo depositare in rete la sfera dopo che Bellinazzi aveva respinto ben due volte i tentativi casellesi. Al 94° poi una punizione di Repetto accorcia ancora, ma i gialloblù hanno dalla loro il cronometro che non permette sogni di rimonta per una squadra come la Casellese che ha reagito troppo tardi.

Vittoria importante per gli Old Boys Rensen che superano il Granarolo in uno scontro diretto per la salvezza e agganciano proprio i biancorossi in classifica. Decisivo Papini che firma una doppietta nel finale di primo tempo. Gli arancioneri scavalcano la Bolzanetese che comunque ottiene un punto contro l’Atletico Quarto dopo peraltro avere condotto la partita per gran parte della gara. Il gol del vantaggio arriva infatti al 37° con Arvieri e solo all’80° su calcio di rigore Boasi i gialloblù evitano il ko.

Perde terreno in zona playoff il Campo Ligure che non approfitta della sconfitta dei cugini di Rossiglione ed anzi patisce un netto 3-0 dalla Genovese Boccadasse. Partita indirizzata nel finale di primo tempo con Aiello che la sblocca al 30° e Berberi che allunga al 41°. Susino trova il tris al 48° per una sconfitta importante. Genovese che invece guadagna due posizioni in un colpo solo e si allontana dalla zona playout. 

Campo che viene agganciato al quarto posto dal Mele, vittorioso nello scontro diretto sul Pontecarrega. Gara poco spettacolare con un po’ di timore da entrambe le parti e tanti errori. A dare una scossa alla partita ci pensa Valente che penetra in area, ma viene trattenuto. Rigore che Sanguineti non sbaglia e porta in vantaggio i gialloblù. Nel secondo tempo i biancorossoneri provano a rientrare in gara spingendo sull’acceleratore, ma la girata di Salvini destinata in porta viene deviata da Siri sulla traversa che aiuta l’estremo difensore a salvarsi. Al 65° tegola per il Pontecarrega perché Verni dice qualcosa di troppo all’arbitro che lo spedisce sotto la doccia.Dieci minuti dopo io Mele chiuderebbe i conti con Sangineto, ma l’arbitro annulla il gol per fuorigioco. Poco male per i gialloblù che siglano il raddoppio all’87° con Pedemonte che tocca sotto la sfera sull’uscita dell’estremo difensore. Finale nervoso perché anche Salvini viene espulso per avere rivolto qualche parola di troppo all’arbitro. Neanche a dirlo in nove contro undici, il Ponte accorcia con una punizione di Galeno che al 94° fa 2-1. Il Mele vince con merito, Pontecarrega troppo nervoso.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…