Mura e Sande: primato invernale condiviso

L’ultima giornata di campionato del 2018, di Seconda categoria, Girone D non poteva che ristabilire un equilibrio fra due squadre, Mura Angeli e San Desiderio, che sin qui ci hanno fatto

divertire in un testa a testa davvero bello e imprevedibile. I biancorossi infatti sono stati fermati dal Masone che chiude l’anno con la soddisfazione di avere bloccato sullo 0-0 la capolista strappandogli un punto che potrebbe rivelarsi anche determinante a fine campionato per la salvezza. Il Mura non può che prendersela con sé stesso per una giornata storta che poteva finire anche peggio visti i due legni colpiti da Lorenzo Macciò e nonostante i valligiani chiudano in 10 per il rosso a Carlini. 

Non sbaglia invece il San Desiderio che a Bogliasco non concede le palle gol all’Olimpia, diretta concorrente dello stesso Masone per la salvezza ed anzi mette il sigillo sulla gara nel primo tempo con Tezza e Veroni. In avvio di ripresa la rete di Antiga al 50° consente ai gialloblù di amministrare e contenere. Donato al 76° prova a rianimare i suoi, ma la rete dell’1-3 serve solo a rendere meno amara la sconfitta che lascia i biancoazzurri al penultimo posto.

Parità senza reti anche fra Pontecarrega e Corniglianese. Un risultato che in verità serve a poco ad entrambe perché i biancorossi vedono aumentare il distacco dal Sande, mentre la Corniglianese, che avrebbe potuto rifarsi sotto proprio agli avversari odierni, rischia grosso. Infatti anche il Mele pareggia a Quarto contro l’Atletico e resta così a -1 dai neroverdi. Zero porta in vantaggio l’Atletico al 15°. Da qui tanta sofferenza e il Mele che trova il pari solo su rigore al 70° con Carnovale. 

Sarà un Natale di riflessione per il Libraccio che subisce il nono ko stagionale e resta solo all’ultimo posto a 5 punti dalle altre. È Arvieri il giustiziere dei binacoverdi con una tripletta che inizia dal 6° prosegue al 10° e chiude le marcature al 66°. In mezzo c’è Profumo che cerca in avvio di secondo tempo di riaprire i giochi e Grimaldi che al 64° invece le richiude. Per il Carignano una buona posizione di classifica che tiene al riparo i gialloblù da sorprese dell’ultimo momento.

Bello scontro fra Campo Ligure e Old Boys Rensen con gli arenzanesi che cercavano punti per togliersi dai bassifondi e hanno premuto subito sull’acceleratore passando in vantaggio al 20° con Rossi. Gioia che dura poco, però perché al 22° Gianluca Pastorino pareggia i conti. Nel secondo tempo ancora un migliore inizio dei rivieraschi che tornano avanti nuovamente con Rossi. Al 75° un rigore permette ai campesi di pareggiare con Khounar. Quattro minuti dopo il gol arriva dalla panchina con il neo entrato Piccardo che trova lo spazio per battere Bruzzone. Brivido per i verdiblù nel finale quando Robello su punizione colpisce il palo, poi la palla attraversa lo specchio della porta senza che nessuno lo riesca a deviare. Finisce quindi 3-2 ed il Campo Ligure si avvicina alla zona playoff. 

Chiude la giornata il ko interno della Rossiglionese con la Bolzanetese in una gara fra squadre in cerca disperatamente di punti. Alla fine a fare la differenza è l’esperienza di Giacobone che accarezza il palo su punizione con la palla che poi entra e decide la gara. Rossiglionese in emergenza punti e la classifica che fa sempre più paura.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…