Il Mura Angeli mantiene la vetta, ma il San Desiderio è pronto al sorpasso

In Seconda categoria, Girone D, non sbagliano le prime della classe che continuano a mantenere un minimo vantaggio sulle inseguitrici. Si tratta del Mura Angeli e del San Desiderio con i

gialloblù che sono in questo momento secondi per un punto, ma devono recuperare ancora una partita. 

Contro l’Old Boys Rensen la partita si sblocca al 14° con Antiga, ma gli arenzanesi, forti del derby appena vinto, non si lasciano scoraggiare e macinano un discreto calcio. Solo in avvio di ripresa capitolano sul tiro di Ciliberti che allunga e mette al sicuro il punteggio che al 77° si definisce con la terza firmata dal bomber Veroni.

Il Mura invece doveva affrontare il Campi Corniglianese che giunge a Sestri tutt’altro che decisa a lasciare per strada punti preziosi. Il primo tempo si chiude senza reti e ci vuole uno sfortunato episodio per sbloccare una partita molto equilibrata. Grigis devia in modo scoordinato la sfera beffando il proprio portiere e consentendo al Mura di giocare più sereno. Sei minuti dopo infatti arriva il raddoppio di Schincaglia, abile nelle ripartenze ad infilare in modo decisivo Di Giorgio. Il Campi comunque c’è e ci prova e al 66° Grigis trova parziale riscatto con una punizione velenosa che manda in tilt la difesa locale e Massone, uscito un po’ a farfalle, si fa infilare. Non basta ai neroverdi, però perché il Mura fa quadrato e porta a compimento una vittoria importante.

Giornata di campionato che arride ai colori gialloblù questa, se è vero infatti che il San Desiderio si conferma ai vertici, poco più dietro inseguono altre due compagini che condividono con Veroni e compagni i colori sociali. Il Mele infatti è corsaro a Bogliasco contro l’Olimpia che va pure in vantaggio al 50° con Zamborlin (gran tiro dalla lunga distanza), ma viene rimontato dal gol di Sangineto al 75° e dalla doppietta decisiva nel finale di Bozzolo. Per i valligiani quarto posto confermato.

Tre punti anche per il Carignano che travolge la Bolzanetese dell’inossidabile Giacobone che infatti apre le marcature illudendo i suoi, similmente a quanto accaduto a Bogliasco. Ci pensa poi Arvieri a ribaltarla con una tripletta intervallata dal gol del momentaneo 2-1 di Grimaldi. Per il Carignano un risultato ottimo che significa sorpasso sull’Atletico Quarto, unica fra le gialloblù a steccare. 

A parziale giustificazione dei levantini c’è senza dubbio l’avversario, ovvero il Pontecarrega che vanta un attacco in grande spolvero (9 reti nelle ultime tre uscite). Leitmotiv rispettato anche qui comunque con la squadra di casa che come nelle suddette due gare, passa in vantaggio in avvio con Zero al 15°. Nella ripresa Callero pareggia su rigore al 55°. Salvini ribalta tutto al 67° e nel finale Pelle con un tiro alla Quagliarella fissa il definitivo 1-3.

Parità nel derby Masone – Rossiglionese con i biancoazzurri che meriterebbero di più soprattutto nella fase centrale della gara, dopo che Rotunno di testa li aveva portati in vantaggio. Troppi gol sbagliati, però da parte dei padroni di casa che allora vengono puniti all’87° da Coccia che piazza la zampata beffarda che salva i bianconeri dal ko.

Prosegue invece il periodo nero del Libraccio battuto dal Campo Ligure grazie al gol di Bruzzone a 10’ dalla fine. Rimpianti che aumentano per gli arenzanesi se si pensa che cinque minuti prima i valligiani erano rimasti in dieci uomini per il rosso a Simone Macciò.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…