Milano-Sanremo: nove corridori in fuga con 7 minuti di vantaggio sul gruppo

Genova. Oggi, sabato 17 marzo, si corre la 109ª edizione della gara ciclistica Milano-Sanremo. Come da tradizione, i corridori sono partiti alle ore 10,10 in via della Chiesa Rossa nel capoluogo lombardo, sotto una pioggia

battente.

Il traguardo, da quattro anni, è stato riportato in via Roma, dove si sono concluse le edizioni comprese tra il 1949 e il 1985 e tra il 1994 e il 2007, a due soli chilometri dalla fine della discesa del Poggio; il tragitto misura una lunghezza complessiva di 294 chilometri. Infatti, nella giornata di ieri, è stata apportata una piccola modifica al percorso poco prima di Ovada, con l’aggiunta di 3 chilometri, per evitare un tratto di strada dissestato.

L’ingresso in Liguria, in provincia di Genova, è previsto intorno alle 13,22; l’ingresso in provincia di Savona intorno alle 14,27, ipotizzando una media di 40 km/h.

plurivincitori della corsa sono Eddy Merckx con 7 vittorie; Costante Girardengo con 6; Gino Bartali e Erik Zabel con 4; Fausto Coppi, Roger De Vlaeminck e Óscar Freire con 3 successi; Gaetano Belloni, Alfredo Binda, Giuseppe Olmo, Miguel Poblet, Laurent Fignon e Loretto Petrucci con 2. Lo scorso anno vinse Michal Kwiatkowski.

Sono partiti 174 atleti dei 175 iscritti, in rappresentanza di 25 squadre. Saranno quindi 25 in meno rispetto al numero consueto delle precedenti edizioni: ogni squadra avrà sette atleti in gara e non più otto. Non ha preso il via Loic Chetout (73, Cofidis).

La cronaca. Dopo pochi minuti di gara parte una fuga con nove corridori. Si tratta di Mirco Maestri (45), Lorenzo Rota (46, Bardiani CSF), Evgeny Koberniak (94, Gazprom Rusvelo), Guy Sagiv, Dennis Van Winden (107, Israel Cycling Academy), Sho Hatsuyama (144, Nippo Vini Fantini), Charles Planet (205, Team Novo Nordisk), Matteo Bono (232, UAE Team Emirates) e Jacopo Mosca (245, Wilier Triestina Selle Italia).

In testa al gruppo si mettono subito Team Sky e Bora-Hansgrohe; i fuggitivi dopo un’ora di gara hanno 3’30” di vantaggio. Una prima ora corsa alla media di 41,20 km/h.

Il vantaggio dei nove atleti di testa aumenta e raggiunge i 6′, che diventano 7′ dopo 60 chilometri percorsi. Dopo la seconda ora la velocità media è di 39,50 km/h. Alle ore 13,10, dopo tre ore di corsa, la media è pari a 39,20 km/h.

Di seguito i nomi di tutti i protagonisti con i corrispondenti numeri di dorsale, suddivisi per squadra.

ms

L’Italia è la nazione più rappresentata con 46 ciclisti iscritti. Seguono Belgio (17); Francia (16); Paesi Bassi (12); Germania (11); Australia, Gran Bretagna, Russia (8); Spagna (7); Danimarca, Norvegia (5); Slovenia (4); Colombia, Polonia (3); Stati Uniti, Israele, Svizzera, Slovacchia, Sudafrica, Canada (2); Nuova Zelanda, Kazakistan, Finlandia, Lussemburgo, Eritrea, Lituania, Lettonia, Portogallo, Giappone, Argentina (1).

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…