Arenzano ko, vola il Campomorone che torna a crederci

La Cairese conferma il proprio primato nel girone A di Promozione ligure con la vittoria di misura su una coriacea Praese, squadra in cerca di punti salvezza. Gara bloccata con i

biancoverdi che tengono bene il campo, ma capitolano all’80° sul colpo di testa di Moretti bene imbeccato da Saviozzi, che si prende una giornata di pausa dai gol.

Gialloblù che possono fare festa doppia, visto che dietro l’Arenzano subisce uno stop inaspettato per opera della Campese. I biancorossi partono forte ed al 23° hanno l’occasione di passare in vantaggio su calcio di rigore, ma Rolando, al secondo tentativo dopo che il direttore aveva fatto ribattere per irregolarità, sbaglia.

Dopo un primo tempo giocato all’attacco, l’Arenzano rallenta e rifiata. A questo punto esce la Campese che dimostra di avere meno tecnica, ma più fiato degli avversari e infatti all’88° Merlo piazza la zampata che decide la gara. Valligiani che incamerano tre punti pesantissimi.

Vince invece in modo chiaro l’Alassio che sale al secondo posto con il 2-4 rifilato all’Ospedaletti. Scatenato Battaglia, sempre più protagonista del campionato giallonero. Sono i padroni di casa, però a passare in vantaggio al quarto d’ora con Espinal, bravo a ribattere a rete una punizione di Rossi.

Al 33° Battaglia sigla il primo vantaggio, e meno di dieci minuti dopo raddoppia. Sull’1-2 l’Alassio dimostra di avere finalmente maturità e sicurezza e al 43° trova la terza rete che chiude virtualmente la gara. Nella ripresa, però arriva immediato il gol di Geraci per il 2-3 che rianima l’Ospedaletti che prova a tornare in gara per tutta la seconda frazione, ma Auteri all’84° sfrutta gli spazi lasciati dalla difesa avversaria e segna il quarto gol.

Colpaccio esterno per il Bragno che espugna Taggia con un chiaro 1-3 e scavalca proprio i ponentini in classifica, entrando in zona playoff. Primo tempo in salita per la squadra di Cattardico che va subito sotto per effetto del gol di Rovella. Nel secondo tempo cambia l’approccio dei biancoverdi che entrano in campo con un altro piglio ed infatti al 58° Salvatico pareggia.

Spingono i biancoverdi che al 65° raddoppiano con De Luca. Al 77° il Taggia resta in dieci per l’espulsione di Moraglia ed è tutto più semplice per il Bragno che controlla, contiene e poi colpisce per la terza volta con Monaco bravo a sfruttare una difesa poco lucida e a guadagnare un rigore che poi realizza.

Vola il Campomorone che travolge la Voltrese per 5-1. Pronti, via e Curabba beffa Ivaldi con una staffilata da posizione siderale e al 4° è 1-0. Poco dopo arriva il raddoppio che è un’altra rete spettacolare con Minardi in rovesciata, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. La Voltrese non riesce a reagire e al 38° è tutto facile per Curabba che riceve palla dall’ottimo Galluccio e insacca.

Al 44° altra rete del Campomorone ed è ancora un perla con Galluccio che se ne va di gran carriera, salta tre difensori e fulmina Ivaldi per il 3-0 che chiude i conti.

Nella ripresa il Campomorone amministra, e al 60° Minardi pesca il palo lontano con un sinistro a giro. Al 73° Noureddine accorcia le distanze, ma ancora Galluccio replica all’85° e la gara si chiude con un pokerissimo che non ammette discussioni.

Vittoria importante del Sant’Olcese sulla Loanesi in una gara emozionante. I grigioblù vanno in vantaggio al 20° con Da Ronch. Pareggio della squadra ospite al 45° con Mbye ad inizio ripresa la squadra di Ferraro completa la rimonta con Rocca che fa 1-2. Il Sant’Olcese , però non ci sta, attacca e al 75° pareggia con Nocentini. Loanesi che patisce la pressione dei padroni di casa e all’83 capitolano per mano di Stradi che riporta avanti i suoi definitivamente. Squadre che a questo punto si appaiano in classifica a quota 24 punti.

Insieme alle due squadre suddette a 24 punti troviamo anche il Legino che batte il Pallare 2-1, lasciando i biancoblù in penultima posizione. Mattatore di giornata è Romeo che con una doppietta, al 5° e al 39° indirizza chiaramente la gara. I ragazzi di Caprio e Tobia sono bravi poi a tenere duro sui tentativi degli avversari di rientrare. Al 71° Bubba riesce a riaprire la gara, ma il Legino a questo punto si chiude a riccio e conduce in porto una gara comunque non semplice.

Vittoria che vale oro per il Borzoli quella ottenuta a Ceriale grazie ad un calcio di rigore trasformato all’87° da Esibiti. Partita equilibrata con le squadre che cercano per larghi tratti di non farsi male evitando di rischiare. L’episodio del rigore fa infuriare il Ceriale anche perché con questo risultato i biancoazzurri vengono superati proprio dai genovesi e scivolano al penultimo posto.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…