Il Campomorone si scopre fragile: ko con il Legino e vetta più lontana

In Promozione girone A, la Cairese mantiene la vetta solitaria della classifica grazie alla vittoria sudata nel derby  di sabato, contro un Bragno che gioca all’altezza dei più quotati avversari. Primo

tempo poco spettacolare per mezzora, poi Torra mette alla prova Sadiku con un gran tiro bloccato a terra. Nella ripresa arrivano anche i gol con i padroni di casa che tornano dalla pausa con il piede giusto: Al 50° Di Martino è puntuale all’appuntamento con il cross dalla fascia e sigla l’1-0. Passano tre minuti e Alessi raddoppia con una grande azione personale che lo porta a saltare un avversario in area e infilarla nell’angolino basso.

La gara si innervosisce e al 56° Kuci si fa espellere per un fallaccio su Piana, il quale rimedierà il rosso anch’egli appena quattro minuti dopo. Meno spettacolare il Bragno prova a metterla sulla grinta, ma all’82° i biancoverdi restano addirittura in 9 per la seconda ammonizione di Di Leo. Ciò nonostante al 90° Leka incoccia la palla giusta per riaprire le danze, ma è troppo tardi, gialloblù sempre in testa.

La giornata di domenica invece restituisce un campionato con due squadre in fuga. Con i gialloblù della Cairese, non c’è più il Campomorone che pare avere subito il contraccolpo psicologico del ko di sette giorni fa nello scontro diretto. Biancoblù che infatti subiscono il secondo ko di fila venendo sconfitti di misura da un cinico Legino. Primo tempo lento e poco divertente che viene sbloccato dal lampo di Girgenti che in rovesciata batte Canciani.

Ospiti che premono per quasi tutto il secondo tempo, ma i verdiblù tengono duro, si difendono con ordine ed anche grazie ad un grande Capello in porta si prendono tre punti davvero pesanti.

Ancora una volta l’Arenzano ringrazia Lanzalaco che si rivela matchwinner. Sua la rete che permette ai biancorossi di andare in vantaggio al 57° contro una Loanesi che per oltre un tempo ha tenuto testa ad una squadra sicuramente più attrezzata per le zone nobili della classifica. La rete di Damonte al 96° è la ciliegina su una gara che gli arenzanesi hanno giocato dimostrando di saper soffrire per ottenere il massimo risultato.

Vittoria di misura per l’Alassio che in casa prevale sul Pallare e aggancia il terzo posto in coabitazione con il Campomorone. Gialloneri che siglano la rete decisiva già al 10° con Doffo e controllano bene la gara sfiorando il raddoppio in almeno due occasioni. Per la squadra di Adami sesta vittoria in campionato, mentre Rovere e compagni restano invischiati nelle zone pericolose della graduatoria.

Stesso punteggio per Ospedaletti e Praese che rifilano un doppio 2-0 alle rispettive avversarie di giornata: Voltrese e Borzoli. Per la squadra allenata da Aloe arrivano tre punti che permettono, visti i risultati dagli altri campi, di scavalcare il Taggia ed entrare in zona playoff. Decisive le reti di Fraticelli al 20° e Lamberti al 47°.

Per quanto riguarda i biancoverdi invece, la vittoria odierna vale moltissimo perché permette a Caffieri e compagni di ottenre tre punti in uno scontro diretto contro una rivale per la salvezza. Succede tutto nella ripresa con Fedri a piazzare la rete dell’1-0 al 60° e Sulla a chiudere i giochi a due minuti dal 90°.

Tre punti fondamentali anche per la Campese che ottiene una vittoria spumeggiante contro il Sant’Olcese nella giornata in cui molte squadre di bassa classifica trovano risultati che smuovono le cose in chiave salvezza. A Campo Ligure i padroni di casa passano in vantaggio al 13° con Rejabi, anche se gli ospiti protestano vibrantemente per un sospetto fuorigioco. Alla mezzora il raddoppio dei locali è firmato da Criscuolo e sul 2-0 le squadre vanno al riposo.

Al rientro in campo le cose non cambiano, il Sant’Olcese non riesce a trovare il bandolo della matassa e viene colpito ancora da Criscuolo al 61°. La rete scuote gli ospiti che cinque minuti dopo accorcaino con Brema. Al 74° cala virtualmente il sipario sulla gara con la quarta firmata da De Gregorio che si ripeterà dieci minuti dopo per la doppietta personale. Nel finale di gara moto d’orgoglio degli ospiti che segnano il 5-2 all’86° con Robotti e il 5-3 tre minuti dopo con Bruzzese. Risveglio tardivo per il Sant’Olcese che lascia per strada tre punti che sarebbero serviti molto, mentre la Campese si rilancia.

Infine il Ceriale vince di stretta misura sul Taggia incassando anch’esso punti molto pesanti per la lotta salvezza. Il gol partita lo sigla Haidich all’80° che beffa Ventrice e rispedisce i giallorossi a casa senza punti.

Share this article

About author

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatti

Contatti

  • Via San Pietro , 65 
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • 010 9269595 , Cell.338-6046388

Newsletter

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre Newsletter !
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…